Il progetto di riqualificazione della città, funzionale al Complesso Vanvitelliano della Reggia e del sistema cinematico, costituisce l’occasione di una pianificazione a larga scala della città di Caserta attraverso la riqualificazione di immobili dismessi, aree inutilizzate, la razionalizzazione e il potenziamento della viabilità. Le politiche di governo del territorio e le attività di programmazione sono proiettate verso il raggiungimento degli obiettivi prefissati, mettendo a sistema tutti gli interventi realizzati, programmati ed in corso di realizzazione, puntando al potenziamento della viabilità cittadina e in particolar modo della mobilità sostenibile, alla riqualificazione degli spazi urbani, riuso e realizzazione di spazi per promuovere attività socio – culturali, valorizzazione di beni immobili di valore storico artistico e siti di interesse paesaggistico, Potenziamento della rete turistica territoriale.

Attraverso quest’ultimo obiettivo nasce la visione di rendere il territorio casertano un ampio parco tematico ricco di cultura e siti turistici di enorme valore storico – artistico, tale da far diventare nei prossimi anni il turismo uno dei motori principali  ed il traino economico- produttivo del territorio.

Il  grande progetto di riqualificazione è un contenitore di vari progetti su aree e immobili,  che  rispetto alle diverse proprietà, avranno iter  e procedure diverse e separate. Tali progetti, rispetto agli obiettivi prefissati,  assolveranno le loro funzioni indipendentemente dalla realizzazione degli altri, ma tuttavia saranno inseriti in uno scenario unitario ed omogeneo.

Sulla base di un vasto disegno progettuale unitario, quale insieme dei vari scenari futuri già consolidati o da sviluppare, verranno quindi inseriti i vari progetti oggetto di intervento, che avranno tempi di sviluppo indipendenti l’uno dall’altro a seconda delle procedure da attuare.

Casertaventitrenta è qualcosa di più di una semplice progettazione urbanistica e territoriale.  E’ una idea di città, del suo sviluppo nei prossimi dieci anni, della sua prospettiva in un termine ancor più lungo, tenendo conto dei suoi punti di forza e delle sue opportunità, ma anche delle sue debolezze.
Puntiamo a mettere al centro dell’attenzione le esigenze specifiche del territorio, incoraggiando un approccio integrato alla politica di coesione, con l’obiettivo di favorire uno sviluppo socio economico sostenibile, efficace e duraturo.
Qualsiasi programmazione, sia essa  urbanistica, economica, sociale, culturale, della nostra città non può non prendere il via dal suo fulcro, dalle sue eccellenze: la Reggia Vanvitelliana, la Caserta medioevale, l’utopia sociale borbonica di San Leucio.
E da qui che Caserta conquisterà il suo ruolo di motore della provincia, in un assetto di piena autonomia e di preziosa complementarietà con l’area metropolitana di Napoli. Una proposta strategica che punta alla Città della Cultura e del Turismo, dei grandi Attrattori Culturali, del Paesaggio, della Qualità urbana diffusa e dei Servizi Pubblici.
Non a caso anche nel nostro Documento di Orientamento Strategico abbiamo immaginato una Caserta con tanti poli d’eccellenza: La Reggia di Caserta per il turismo; Il Belvedere di San Leucio come  Polo della cultura; l’area della ex Saint Gobain per i Servizi; la zona del Policlinico Polo della Sanità; l’ex convento di S. Agostino quello della modernità artistica; l’ex caserma Sacchi, oggi Palazzo dei Vescovi,  Polo della conoscenza, della comunicazione e dell’identità storica della Città; Il Macrico come Polo dello Sport e del Tempo Libero; il parco urbano dei Colli Tifatini e l’Oasi del Bosco di San Silvestro Polo della natura.
Casertaventitrenta è una pianificazione strategica fatta con idee, razionalità, professionalità, che guarda alla Caserta dei prossimi dieci anni ed a quella che vedrà protagonisti i nostri figli.
Non un libro dei sogni, ma una prospettiva concreta di assetti, funzioni ed opportunità verso le quali dobbiamo orientarci con determinazione.

Il Sindaco di Caserta
Carlo Marino

Last News

24.03.2020
Consegna del primo step delle attività di progettazione, il Masterplan generale

10.02.2020
“Sistema Reggia. Il progetto di riqualificazione della città di Caserta”.
Intervista al coordinatore del gruppo di progettazione ing. Massimo Facchini su “Gente e territorio”

06.02.2020
“Il Sistema Reggia del sindaco di Caserta, Carlo Marino”.
Intervista al Sindaco Carlo Marino su “Gente e  territorio”

23.01.2020
Alle ore 12, presso la sede del Comune di Caserta, si è tenuta la Conferenza di Servizi, a cui hanno preso parte, oltre al Sindaco e i dirigenti del comune, anche i progettisti e tutti gli Enti pubblici proprietari di aree e immobili oggetto di intervento. Sono state illustrate le linee guida del progetto e i principali obiettivi da perseguire. Inoltre sono state raccolte richieste, riflessioni e proposte dai rappresentanti dei vari Enti.

I TEMI

Patrimonio culturale

Sarà promossa la valorizzazione degli altri siti territoriali che costituiscono parte integrante del patrimonio storico-artistico della Provincia di Caserta. Verranno facilitati i collegamenti attraverso navette dedicate che partiranno dal nuovo centro di accoglienza turistica, punto nevralgico per indirizzare i turisti e promuovere dal punto di vista mediatico, oltre la Reggia, gli altri siti e le eccellenze del territorio.

Viabilità e sistema cinematico

Verrà facilitata e differenziata l’accessibilità dal centro cittadino di Caserta dalle varie direttrici principali Nord – Sud ed Ovest –Est. Verrà razionalizzata e migliorata la viabilità cittadina attraverso interventi mirati volti ad alleggerire il traffico nelle aree maggiormente congestionate. Verranno differenziate viabilità e percorsi per i flussi turistici dalla viabilità ordinaria cittadina.

Turismo

Il sistema Turismo sarà potenziato attraverso l’ottimizzazione e la razionalizzazione  dei collegamenti tra la Reggia e gli altri siti turistici da valorizzare. I flussi turistici saranno direzionati attraverso percorsi obbligati volti ad evitare lunghe file di attesa davanti la Reggia e al tempo stesso promuovere la visita di altre aree e immobili storici. Sarà inoltre facilitato e promosso l’accesso al centro cittadino da parte dei turisti mediante mobilità sostenibile.

Mobilità sostenibile

Verrà previsto un notevole incremento di piste ciclabili e percorsi ciclopedonali da collegare a quelle esistenti e a quelle in previsione di realizzazione, così da avere una distribuzione omogenea su tutto il territorio comunale e tratti finiti perfettamente funzionali alla richiesta di mobilità cittadina. Verranno inoltre previsti percorsi dedicati per i mezzi pubblici.

Sistema universitario

Il sistema universitario sarà potenziato attraverso il miglioramento dei collegamenti tra le varie sedi e il futuro Policlinico e la realizzazione di  strutture recettive per studenti e aree polifunzionali nell’area dismessa RFI ex scalo merci. Particolare attenzione sarà data alla mobilità sostenibile.